Conviviale per la Pace – 7 giugno a Fucecchio

thumb image

 

HLB TAXLEX e Shalom: insieme per la Pace
7 giugno, Fucecchio – HLB COMMUNITIES DAY: Evento di raccolta fondi per i progetti della Scuola di Pace

Il 7 giugno avrà luogo a Fucecchio, sul Poggio Salamartano, una serata di raccolta fondi per i progetti della Scuola di Pace del Movimento Shalom Onlus.
L’evento è organizzato in occasione del 50° anniversario della fondazione di HLB, primario Network internazionale di società di consulenza e contabilità di cui è membro lo Studio HLB TAXLEX di Fucecchio -partner del Movimento Shalom- e si inserisce nell’ambito di una iniziativa che avrà luogo simultaneamente in tutto il mondo coinvolgendo oltre 700 Partners ed impegnando più di 27000 persone.
L’obiettivo e lo spirito dell’evento sono quelli di retrocedere alle Comunità di tutto il mondo che ospitano gli Studi membri una parte di ciò che da questi è stato ricevuto.

E’ quindi chiaro il legame con la valorizzazione a livello socio-culturale delle aree territoriali in cui il Network svolge le proprie attività professionali. Infatti i ricavati della cena saranno destinati ai progetti della Scuola di Pace del Movimento Shalom, il cui obiettivo principale è quello di promuovere i valori fondanti del Movimento stesso, come la pace, la solidarietà e la giustizia sociale.

Tra i progetti attuati in Italia, dal 2014 è attivo a San Miniato l’Atelier Shalom che ogni giorno accoglie circa 60 bambini da 3 a 14 anni con la mensa, il doposcuola e la ludoteca; a giugno partirà l’Estate Shalom, i campi estivi per bambini e ragazzi a partire da 3 anni. Quest’anno sono 40 i giovani volontari che hanno terminato il percorso di formazione durato tutto l’anno e che a partire da giugno coadiuveranno gli operatori del Movimento per i campi di San Miniato, Streda (Vinci), Collegalli (Montaione) e Fivizzano (Massa Carrara).
Ma la Scuola di Pace non riguarda soltanto l’Italia, numerose sezioni sono infatti attive nei paesi in via di sviluppo, in particolare in Burkina Faso, uno dei paesi più poveri del mondo fino a pochi anni fa patria della convivenza fra etnie e religioni diverse, ma che dal 2015 vive un continuo peggioramento delle condizioni di sicurezza a causa del dilagare di bande jihadiste che hanno compiuto numerosi attentati. E’ stato così avviato a gennaio 2019 il progetto “La Paix avant tout” (La pace prima di tutto) per affiancare alle azioni di solidarietà un forte impegno di formazione culturale e di penetrazione del paese per combattere le divisioni che vengono alimentate dall’avanzata del fondamentalismo.

Il programma della serata del 7 giugno prevede una cena alla quale saranno presenti figure di primo piano del nostro territorio e i referenti delle attività del Movimento Shalom, che presenteranno i risultati raggiunti nell’ultimo anno e le sfide da affrontare nel futuro.