Dimora degli Angeli – Ngozi (Burundi)

thumb image

 

Breve descrizione del contesto

Lo stato del Burundi, diventato indipendente nel 1962, ha subito una serie di eventi tanto lunghi quanto turbolenti e sanguinosi a causa del persistente conflitto etnico tra Hutu e Tutsi che ha sterminato intere generazioni della popolazione.
Pur avendo una forte crescita demografica impiega ancora in maniera poco produttiva le sue forze, poiché l’alfabetizzazione, soprattutto quella femminile, non raggiunge ancora il 50% in molte zone e per questo ci sono poche persone con una sufficiente qualifica professionale.
I sanguinosi scontri hanno dato vita ad una generazione di orfani che non possono trovare assistenza nelle scarse strutture presenti sul territorio.

Progetto

Durante uno dei viaggi di sopralluogo del progetto Amahoro, Sandra Desideri, volontaria della delegazione del Movimento Shalom, ha toccato con mano il problema dei bambini orfani e della scarsezza di scolarizzazione in questo paese martoriato dagli scontri civili ben noti. Si è fatta quindi promotrice di un intervento, condiviso da tutta la nostra associazione, a favore dell’infanzia appoggiando e sostenendo il progetto della Diocesi di ‘Ngozi che prevedeva la realizzazione di un orfanotrofio e di una scuola primaria per i bambini e le bambine di ‘Ngozi. Il progetto ha visto la partecipazione concreta e attiva anche dell’associazione “Le Opere del Padre” fondata da Claudia Koll.

Obiettivi/risultati attesi/attività realizzate

Il progetto “La dimora degli Angeli” prevede i seguenti obiettivi:

  • Fronteggiare il fenomeno dei bambini orfani a causa delle guerre civili
  • Promuovere il dialogo multi etnico e multi religioso
  • Promuovere la scolarizzazione di coloro che in nessun modo possono accedervi

Stato attuale

Le strutture sono state inaugurate nell’anno 2010, ospitano attualmente oltre 500 bambini e bambine e nella scuola insegnano 20 docenti.