“Mulino della Pace” presso l’Orfanotrofio ‘Santa Cecilia’ di Dedougou (Burkina Faso)

thumb image

 

Il progetto

Il progetto è consistito nella realizzazione di un mulino dotato di macchinari elettrici per la macinazione del miglio e dei cereali al fine di agevolare le condizioni di vita e di approvvigionamento alimentare delle suore e dei bambini dell’orfanotrofio oltre che delle donne dei villaggi vicini.

L’idea progettuale nasce nel dicembre del 2006 a seguito della richiesta di aiuto pervenuta al Movimento tarantino da Suor Bernadette Ouedraogo, Responsabile dell’Orfanotrofio, che scrive:

Dedougou, 5/12/2006

Cari benefattori,

ricevete i miei sinceri ringraziamenti per quello che fate per i poveri e per i bambini bisognosi.
L’orfanotrofio Santa Cecilia di Dedougou è nato perché gli abitanti di questa città hanno chiesto alle Suore dell’Immacolata Concezione di Ouagadougou di fare qualcosa per aiutare i loro orfani bisognosi, vedendo il numero sempre maggiore degli orfani.
L’orfanotrofio è stato aperto il 19 marzo 2002 e si occupa di 213 bambini di età compresa tra i due e gli 11 anni; 85 dormono nell’orfanotrofio e 128 sono affidati nelle famiglie di accoglienza, però tutti i 213 bambini sono a carico dell’orfanotrofio per la scolarizzazione, l’abbigliamento, l’alimentazione e le cure sanitarie.
In questa regione del nord- ovest del Burkina Faso, che si chiama Mouhoun, ci sono 5 province e c’è solo questo orfanotrofio che accoglie i bambini, quindi le suore sono sollecitate molto spesso dalle pressanti necessità che si presentano in questo territorio per il gran numero di bambini che hanno perso i loro genitori o sono stati abbandonati.
Un altro scopo in questo orfanotrofio è dare a questi bambini la possibilità di vivere, di essere educati, di essere scolarizzati o formati professionalmente per un futuro migliore.

La capacità dell’orfanotrofio era di accogliere 40 bambini, al presente invece sono in tutto 85. I dormitori sono troppo pieni.
Per macinare il miglio o il mais per la preparazione del cibo dobbiamo muoverci per andare in un’altra città e fare molti chilometri e quando le quantità sono molto abbondanti le portiamo sulla testa.
Noi vorremmo un mulino all’Orfanotrofio che servirebbe per l’orfanotrofio e per le famiglie povere della zona che abitano vicino. Dedougou è una città isolata, è lontana dalla capitale e non ha strade di collegamento.
La popolazione soffre ed è per questo che l’orfanotrofio ha troppi bambini, quindi noi contiamo su di voi per aiutarci.

Nell’attesa di una risposta favorevole ricevete il nostro ringraziamento anticipato.

Sr Bernadette Ouedraogo
Responsabile dell’Orfanotrofio di Santa Cecilia

Il progetto è stato realizzato dal Movimento Shalom Onlus – Sezione Puglia con il sostegno dell’Associazione Provinciale dei Panificatori di Taranto, che ne ha finanziato la costruzione.

Stato attuale

La prima pietra, alla presenza dei referenti Shalom e di due esponenti dell’Associazione Panificatori, è stata posta il 7 gennaio 2008; ad aprile 2008 il “Mulino della Pace” è stato ultimato. Da allora è funzionante e monitorato dalla Sezione Taranto del Movimento Shalom