Progetto sanitario dedicato alle donne e ai bambini della comunità rurale di Thiel (Senegal).

thumb image

 

La Comunità rurale di Thiel si trova nel distretto di Linguere (Regione di Louga- nord del Senegal), una zona caratterizzata da un clima arido, lunghe distanze fra i centri abitati, vie di comunicazione poco praticabili.
Nella Comunità vivono circa 15.000 persone, distribuite in alcuni villaggi che distano fra loro decine di chilometri e ad una distanza media da Linguere (dove esiste un piccolo ospedale) di almeno 60 km. Non ci sono strade, ma solo “piste” e sono necessarie alcune ore per percorrerle con un veicolo fuoristrada.
Nei villaggi di Thiel e Dolly si trovano i due Posti di Salute a cui si rivolgono gli abitanti della Comunità. Si tratta di strutture gestite da un infermiere e da una ostetrica e composte da 4 piccoli edifici (sala visite, sala degenza, maternità, abitazione degli operatori).

Stato attuale

Nel 2018 GLS Enterprise ha sostenuto la ricostruzione della Casa della Salute a Dioulky, villaggio a 30Km da Thiel in Senegal. In questa casa della salute, gestita da un infermiere e da un’ostetrica e composta da 4 piccoli edifici, viene fornita assistenza a quasi 800 persone, tra cui molti bambini di età inferiore a 5 anni che sono quelli più a rischio malnutrizione. Questo piccolo obiettivo sarà fondamentale per programmare e mantenere la copertura vaccinale su quasi 100 bambini e fornire una prima assistenza e un primo triage a circa 800 persone che vivono in un ambiente molto povero.

Nel mese di maggio e giugno 2017 siamo tornati a Thiel ed abbiamo verificato che, grazie alla ottima partecipazione da parte del personale sanitario locale e agli strumenti da noi forniti, sono stati raggiunti buoni risultati sia per quanto riguarda l’esecuzione di ecografie fetali nelle donne in gravidanza (fino a 30-35 ecografie a settimana), sia per la copertura vaccinale sui bambini (che si avvicina al 100% dei bambini registrati). Recentemente la Casa della Salute di Dioulky è parzialmente crollato ed è nostra intenzione finanziare la sua ricostruzione, per permettere il proseguo delle modeste, ma indispensabili attività che vengono svolte al suo interno.

Nel 2016 è stato acquistato un ecografo portatile, è stato inviato un contributo per il mantenimento del mezzo a disposizione del centro e per l’attrezzatura medica per l’anemia.

Nel 2015 è stato installato un sistema fotovoltaico in grado di garantire l’energia elettrica necessaria alla illuminazione e alla ventilazione di tutti i locali del Posto di Salute ed è stata formata un’ostetrica per l’uso dell’ecografo (con il sostegno del Rotary Club di Bologna),.

Nel 2014 è stato consegnato un fuoristrada, donato dalla Croce Rossa Italiana di Folgaria al distretto sanitario per il trasporto del personale medico e dei malati.