Gennaio 2019

thumb image

 

A conclusione del 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei diritti umani Shalom auspica che questa carta non rimanga tale, ma si traduca nella tutela dei diritti fondamentali per tutti gli esseri umani della terra.
La meta è ardua e non proprio prossima, ma Shalom nella sua piccolezza insieme a tutte le innumerevoli associazioni, enti, singoli che condividono le nostre aspirazioni ce la metterà tutta!
La nostra convinzione, che contrasta un po’… le politiche dominanti nel mondo, è che né armi, né eserciti, né guerre, né muri potranno dare sicurezza all’umanità, ma solo un’ostinata e capillare cultura di Pace, una diffusa educazione per le nuove generazioni, la formazione a tutto campo nelle scienze umane, tecnologiche per lo sviluppo e il progresso dei popoli, sono l’unica vera soluzione.
La garanzia del lavoro, il primato e l’attenzione per i più sfortunati, in particolare disabili, ammalati e anziani, l’estinzione della corruzione che inquina la buona politica, l’interpretazione del ruolo dell’autorità, necessaria, ma solo se al servizio del bene comune, sono i cardini su cui fondare il nostro servizio. Certo che nell’impegno e nella dedizione per la costruzione di una nuova civiltà è riposta la garanzia di una vita piena e felice. Questa è, in fondo, l’unica ricchezza che veramente conta e a cui ogni essere umano aspira.
A tutti auguro un 2019 di Pace.

don Andrea