Viaggio umanitario in Burkina


VUOI FARE UN VIAGGIO UMANITARIO IN BURKINA FASO A AGOSTO 2013?

PERIODO: la data di partenza prevista: Venerdì 9 o Sabato 10 Agosto 2013; data di ritorno: Sabato 17 o Domenica 18 Agosto 2013 (secondo le disponibilità del volo al momento della prenotazione).

SCOPO E PROGRAMMA DEL VIAGGIO: il viaggio umanitario ha lo scopo di poter far conoscere i progetti di solidarietà realizzati ed in corso dal Movimento Shalom in Burkina Faso, che hanno permesso un certo miglioramento di vita ad un popolo fra i più poveri del mondo. Per quei viaggiatori che hanno un/una bambino/a adottato a distanza col Movimento Shalom, sarà possibile incontrarlo/a di persona e poter trascorrere con lui/lei qualche ora. Il programma del viaggio sarà consegnato al momento della conferma dell’iscrizione; le tappe che prevediamo di fare sono comunque: a Dorì (Progetto 7 Gennaio) per la visita alla scuola femminile, a Gorom Gorom all’orfanotrofio “Casa Matteo” e visita al mercato Tuareg,a Bani per le Moschee di fango,a Nouna (Progetto M.me Bernardette),alla “Casa famiglia per bambini di strada”.

Per venire incontro alle esigenze di chi è interessato ad effettuare un viaggio umanitario in Burkina Faso in Agosto 2013, non avendo altra possibilità in altri momenti dell’anno, stiamo cercando di organizzarlo tenendo conto che sarà possibile solo a fronte di almeno 10 iscritti in modo da contenere al massimo il già consistente costo. Purtroppo infatti il costo del volo in questo periodo è molto elevato in particolare per i gruppi, e rappresenta oltre il 60% del costo del viaggio stesso. Ipotizziamo infatti un costo indicativo del viaggio di ca 1.600,00 euro (il costo del volo potrà subire flessioni e potrà essere determinato solo al momento della prenotazione) comprensivo del volo aereo A/R da Pisa o Firenze e assicurazione biglietto, visto, vitto, alloggio, noleggio automezzi e spostamenti in loco, oltre al costo per l’accompagnatore del viaggio; sono escluse le bevande, le mance e l’aggiornamento carburante.


VACCINAZIONI: per entrare in Burkina è prevista obbligatoriamente la vaccinazione della “febbre gialla”, mentre è consigliabile, in particolare in questo periodo di clima caldo e umido: la profilassi antimalarica. Comunque per le vaccinazioni e le informazioni sanitarie è buona cosa rivolgersi al proprio medico curante ed all’ufficio per il turismo presso l’ASL di competenza.

Documenti obbligatori: passaporto (valido almeno 6 mesi) + 3 fototessere (tutte uguali) per il visto.

Chi fosse interessato dovrà inviare i propri dati anagrafici, indirizzo, recapito telefonico, indirizzo e-mail, oltre alla data di scadenza del passaporto entro il 22 Giugno 2013, possibilmente via email a: simona@movimento-shalom.org o via fax (0571-1834775) all’attenzione di: Simona Giuntini. In caso di richiesta di informazioni, telefonare al 0571 400462.

N.B.: Le persone saranno contattate dal Movimento Shalom entro la I^ settimana di Luglio 2013 per confermare o meno il viaggio e dare le informazioni necessarie per il viaggio.

Riportiamo di seguito le riflessioni e gli appunti di un viaggiatore in Burkina Faso a Gennaio 2010:

La 1^ volta che tornai dal mio 1° viaggio in Africa compresi cosa vuol dire nostalgia, che non era solo per la terra lasciata, ma aver sperimentato in me una diversità.
I viaggi in Africa o in altre parti, ugualmente povere, mi hanno fatto scoprire chi sono, grazie al confronto con chi è diverso da me, perché lì ho sperimentato la mia identità, l‘ho liberata, l’ho ritrovata, rafforzata da una consapevolezza nuova. Non c’è vita senza diversità, senza contrasto: occorre accoglierne il valore.
Colui che va,getta il proprio seme e diventa portatore della solidarietà umana. Spostarsi è accogliere e accogliere vuol dire ascoltare la vita, qualunque linguaggio essa parli. Sperimentare la cultura di solidarietà e di condivisione è sicuramente una delle più belle sensazioni umane.
Questi viaggi,inoltre ci danno la possibilità di verificare le priorità da affrontare: i veri e primari bisogni. Belli i proverbi del Burkina: “l’amicizia e il rispetto costruiscono il mondo ”  Oppure: “ colui che dona ai poveri, dona a Dio” Visitare le missioni, gli ospedali, i bisognosi  in genere ,ma soprattutto gente speciale è per me una grande opportunità, dove immagini, gesti, parole ti conducono nell’immediatezza alla “Parola di Dio”.
Bianchi sorrisi, cieli stellati, suoni, terra accogliente, colori, sapori, odori, mani che ti toccano,occhi che ti cercano, cuori uniti, una nuova umanità: questo è in parte ciò che mi ha regalato anche questo viaggio in Burkina Faso. Ogni uomo ha in sé, il desiderio di Amare: l’Africa te lo tira fuori.
Grazie al Movimento Shalom, grazie al Gruppo(che è stato una grande testimonianza di amicizia, di solidarietà e di grande umanità) e grazie al capo-gruppo Filippo.
Ciao Burkina! Difficile dimenticarti. Au revoir
    Brunetta